martedì 7 agosto 2012

SEMPLICEMENTE GAZPACHO


Ancora non ho capito se alla fine era un gazpacho con influenze di aljoblanco o un salmorejo ma ho dato inizio a questa sagra andalusiana in casa mia e la porterò a termine. Li in Spagna  il clima d’estate è ancora meno clemente del nostro, quindi mi appello alla loro capacità gastronomica per combattere il Caldo assurdo (da notare caldo con la C maiuscola).
La zuppa fredda “leader”, quella che detta leggi a tutte le altre, è sicuramente il Gazpacho, ma non meno gustose sono samorejo, porra, mazzamorra, ajoblanco ecc, dipende da quello che resta in frigo e dal pane vecchio che si ha da smaltire; in uno ne metti di più in un altro meno, in uno salti i cetrioli in un altro togli l’aglio e metti peperoni, poi c’è quello in si toglie tutto e si mette solo l’aglio, insomma dipende da come state quel giorno, sono le mille varianti di un sugo base.
Oggi voglio dedicare questo mio post al signor Willis Carrier, un uomo illuminato, fra i doni più belli che l’umanità abbia mai ricevuto, colui a cui tutti noi dobbiamo il merito di lunghe e fresche dormite nelle nostre camere da letto, nello stesso momento in cui il sole brucia inesorabilmente…. Chi è il dott. Carrier? L’ingegnere che ha inventato l’aria condizionata! Dio lo abbia in gloria!
Ah dimenticavo, io mi sono presa una pausa per vacanze, come avviene un po’ in tanti foodblog in questo periodo, quindi giustifico questa mia lunga assenza, sorry!

Ingredienti per 4 persone:
cetrioli 1
cipolla rossa 1
peperone verde1
peperone rosso 1
pomodori a grappolo 500 gr.
pane raffermo 100 gr.
aceto di vino bianco ½ bicchiere
aglio 1 spicchio
olio evo q.b.
pepe q.b.
sale q.b.
Procedimento: fate ammollare la mollica di pane nell’acqua e nell’aceto bianco, strizzatela bene e tenetela da parte.
I pomodori vanno spellati e privati dell’acqua, poi giù tutto nel mixer, peperoni, cetriolo, aglio, cipolla, pomodori, pane raffermo e ovviamente i pomodori. Con le lame in funzione fate scendere l’olio a filo finché il tutto non risulti compatto e cremoso. Terminate con sale, pepe e 1 cucchiaio di aceto.
Fatelo riposare in frigo almeno 1 ora e servitelo come più vi aggrada, pane fritto, uova soda, cipolline ecc….
In alcune versione si pongono cubetti di ghiaccio ma io sconsiglio poichè il loro scioglimento allunga il brodo e la cosa proprio non mi alletta 

6 commenti:

  1. Oddio, io quest'estate sono veramente fissata con il gazpacho. Bella ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io quando fa caldo sono fissata col spegnere i fuochi! ;)

      Elimina
  2. Complimenti,sei ritornata alla grande.le vacanze non ti hanno cambiata.Brava ELENA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "meglio" sempre cambiare in "meglio"

      Elimina

Le buone parole valgono molto e costano poco.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...